• logo

    FEDERCONTRIBUENTI NORDEST

    Difendiamo il diritto al lavoro

    Il diritto di vivere del proprio lavoro

  • logo
    • Risolviamo i tuoi problemi fiscali e bancari
    • Proteggiamo la tua azienda e la tua famiglia
    • Ti aiutiamo con Equitalia
    • Ti affianchiamo nella battaglia contro le ingiustizie
    • Progettiamo insieme a te un’Italia libera dalle lobbies
IMAGE Quando è il più forte a dettare legge. ANAS contro un privato cittadino.
Mercoledì, 22 Aprile 2015
SAN FIOR - Oltre cinquemila abitazioni in Veneto sono a rischio paralisi a causa di una sorta di usucapione che l’Anas sta mettendo su tutti gli edifici privati che sorgono nella fascia di rispetto delle strade ed autostrade di propria competenza. A lanciare l’allarme è l’associazione nazionale Federcontribuenti che porta, tra i tanti casi, quello del proprietario di una abitazione a San Fior, provincia di Treviso. L'azienda che gli stava facendo la manutenzione del tetto di casa è... Read More...
IMAGE Federcontribuenti "tira le orecchie" a Luca Zaia: "Mentre la Lega licenzia già speso mezzo milione di euro in affissioni"
Lunedì, 13 Aprile 2015
Flash mob e video denuncia (visibile a questo indirizzo http://youtu.be/27hn2fupJ_Y) di Federcontribuenti questa mattina in piazza Mazzini a Padova. Gli attivisti dell'associazione hanno attaccato dei fac simile delle banconote da 100 euro con l'effige di Luca Zaia. La stima dell'associazione è che solo in affissioni nel Veneto il governatore uscente abbia speso non meno di centomila euro.  "Alla faccia della campagna elettorale low cost - spiega Marco Paccagnella, presidente... Read More...
IMAGE Sale scommesse, Federcontribuenti "Maxi evasione, aggirano gli Aams" „Scommesse, per Federcontribuenti "Maxi evasione: aggirano gli Aams"
Sabato, 04 Aprile 2015
Sale scommesse, Federcontribuenti "Maxi evasione, aggirano gli Aams" La video-denuncia dell'associazione tramite una spycamera a Padova: in tutta Italia sarebbero centinaia le sale che permettono giocate sportive aggirando l'imposizione fiscale e le ritenute alla fonte. In tutta Italia sarebbero centinaia le sale scommesse che permettono di effettuare giocate sportive al di fuori del circuito Aams, aggirando quindi l'imposizione fiscale e le ritenute alla fonte. A denunciare il fenomeno... Read More...
IMAGE Da un mese senza Telefono,azienda a rischio chiusura
Giovedì, 29 Gennaio 2015
Articolo tratto dal "Il Mattino" di Padova del 28/01/2015 Read More...

ccrisi

Qual' è il giusto canone in centro

on .

Affitti troppo cari stanno uccidendo le piccole attività

Aprire un’attività commerciale a Padova senza essere vittima del caro affitti? Per farlo ci sarà presto uno strumento in più. Federcontribuenti Veneto sta preparando un modello per stabilire il valore reale di mercato (in collaborazione con il portavoce dei commercianti del centro Filippo Sadocco) in centro storico e aree semicentrali. Lo studio indicherà dei paletti oltre i quali una certa cifra non è certo un affare.

Il valore di mercato, indicato nello studio sarà reale. «Assistiamo sempre di più ad attività commerciali che chiudono – spiega Carlo Covino, segretario di Federcontribuenti Veneto – magari dopo pochi mesi di apertura. C’è un problema di fondo sugli affitti del centro: spesso i proprietari chiedono cifre esagerate, scatenando un effetto a catena che altera i valori. Ogni proprietario chiede aumenti basandosi su quanto fanno gli altri, appellandosi ad un valore di mercato che non è quello reale». Sui proprietari arriva l’affondo di Covino. «Pare che non si rendano della crisi che stiamo vivendo – ricorda – con i loro affitti sconsiderati mettono in ginocchio anche loro stessi. E’ un meccanismo pericoloso: quando i canoni di locazione diventano rendite parassitarie la situazione si fa inaccettabile».

C’è anche un altro problema: le grandi catene che sbarcano in centro storico spesso accettano di pagare affitti elevatissimi. «Non certo per poca scaltrezza, anzi – ricorda Covino – in questo modo sanno che si scatenerà l’effetto domino, e che tutti gli affitti rincareranno in breve tempo. E sanno anche che la grande catena se lo può permettere, il piccolo o medio commerciante così affonda. In un certo senso pagare di più a loro conviene per eliminare i concorrenti».

Prendiamo in esame anche ulteriori richieste di nuove delegazioni nella Regione Veneto